Evento 15 marzo 2019 - Palazzo Crema

Evento 15 marzo 2019 a Palazzo Crema

Lo scorso 15 marzo l’Associazione Culturale Umanità ha organizzato per i soci ed i simpatizzanti il primo incontro del 2019 nelle magnifiche sale di Palazzo Crema a Ferrara. 

L’obiettivo dell’appuntamento era dare voce e visibilità all’impegno dell’associazione che, anche mettendo in essere forme sistematiche di collaborazione tra differenti associazioni, mira a promuovere eventi culturali su scala nazionale sui temi delle migrazioni e a sensibilizzare  su questi argomenti l’opinione pubblica.

Dopo il successo delle iniziative e delle collaborazioni dello scorso anno a Ferrara e a Milano, il Presidente dell’Associazione, Francesco Ferroni, ha illustrato il programma del 2019 e in particolare ha posto in rilievo, oltre alla partecipazione al Festival di Internazionale a Ferrara ai primi di ottobre, la realizzazione di un ambizioso evento a Milano che si terrà il 10  dicembre al Teatro della Triennale in coincidenza con la celebrazione della Giornata mondiale dei diritti umani.
Promotrice dell’iniziativa è l’Associazione Culturale Umanità in collaborazione con la Fondazione Donne Milano Onlus e l’Associazione Anima di Roma che intende sostenere un evento di forte impatto sociale rivolto in particolare alla nuova generazione per trasmettere ed esaltare il valore dei diritti umani.

Nato da un’idea già realizzata a Parigi nel 2014, dove ha replicato innumerevoli serate pubbliche in prestigiosi teatri, l’evento si concretizza a Milano in collaborazione con Internazionale, per poi essere riproposto a Roma o in altre città italiane.
Giornalisti, scrittori, fotografi, registi o persone comuni saliranno su un palcoscenico per raccontare in parole, suoni e immagini delle storie in diretta.

Nicola Bruzzo - Palazzo CremaAll’apice della serata a Palazzo Crema, l’esibizione dell’ormai celebre violinista ferrarese Nicola Bruzzo è stata molto apprezzata dal folto gruppo dei presenti. Nicola ha eseguito una ciaccona per violino solo di Johann Sebastian Bach. Come ha citato Nicola stesso, il musicista e compositore tedesco prima di diventare clavicembalista e organista fu uno stimato violinista, strumento che aveva studiato fin da giovane. La ciaccona è una delle pagine più elevate di tutta l’arte strumentale di Bach, ricca delle più originali rappresentazioni del virtuosismo violinistico.

Ricordiamo che Nicola Bruzzo è l’ideatore e direttore di LAUTER, associazione che ricerca l’innovazione nel mondo della musica classica in particolare rivolta alla divulgazione e valorizzazione della musica da camera presso un pubblico più vasto soprattutto dei più giovani.